ART. 10 – ORDINANZA N. 01/2017 del 26/04/2017
emanata dal Comune di Vallecrosia a disciplina dell'esercizio dell'attivita' balneare e elioterapica lungo il litorale del Comune di Vallecrosia

Nelle more della realizzazione della Spiaggia Libera Attrezzata (S.L.A. 03) per gli animali da affezione, l’accesso con i cani all’arenile è consentito solo nell’arenile appositamente individuato, sito sul Lungomare Marconi, confinante ad ovest con il canale delle acque bianche ed a est con la delimitazione installata in loco, come individuata nell’area S.L.A. 03 della seguente planimetria  ed attrezzata dal Comune come da allegata planimetria:

In tale porzione di arenile è consentito l'accesso ad un numero massimo di 25 cani e ad un massimo di due (2) animali per persona, provvisti di libretto sanitario in regola con le vaccinazioni previste e ogni altro adempimento di legge.

Tale accesso è subordinato al rispetto delle norme di comportamento sotto elencate:

 

a) Nella percorrenza dai parcheggi e lungo le strade di accesso alla spiaggia l’animale dovrà essere condotto rigorosamente al guinzaglio.
b) L’accesso è proibito ai cani femmina durante il periodo estrale.
c) Per i cani appartenenti a razze o a incroci di razze a rischio di aggressività, individuati nell’elenco di cui all’Ordinanza del Ministero della Salute 14.01.2008, G.U. n. 23 del 28.01.2008, è d’obbligo:

applicare la museruola e il guinzaglio non superiore a mt 1,50;
stipulare una polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni contro terzi, causati dal proprio cane.
d) Ogni cane, potrà accedervi se munito di documentazione sanitaria, attestante l’effettuazione della profilassi vaccinale periodica contro le principali malattie infettive e la certificazione veterinaria attestante lo stato di buona salute, rilasciata da non più di 30 giorni dal medico veterinario curante, che dovrà essere esibita in fase di controllo da parte degli organi preposti alla vigilanza.
e) Ogni cane, prima di accedere alla spiaggia, dovrà essere munito di collare antipulci;
f) I cani provenienti dall’estero devono essere in regola con la vaccinazione antirabbica.
g) E’fatto obbligo ai proprietari di controllare ed accudire i propri cani, ponendo particolare attenzione a condurli e custodirli al guinzaglio qualora fosse necessario per consentire una pacifica convivenza con i presenti.
h) Nei limiti del possibile l’accompagnatore dovrà evitare latrati prolungati e comportamenti eccessivamente vivaci del proprio cane, viceversa sarà tenuto ad allontanarsi dalla spiaggia. Tale facoltà è peraltro riservata anche al personale di vigilanza e a loro insindacabile giudizio.
i) L’accompagnatore dovrà aver cura che il cane non possa raggiungere i soggetti vicini; dovrà inoltre, sistemare una ciotola con acqua sempre presente ed accessibile all’animale, a cui deve esser data la possibilità di ripararsi all’ombra.
j) Eventuali deiezioni solide dovranno essere immediatamente rimosse e depositate nei contenitori dei rifiuti, mentre le deiezioni liquide dovranno essere asperse e dilavate con abbondante acqua di mare a cura del proprietario del cane;
k) Il proprietario, salvo diversa offerta di servizi, si dovrà dotare di un idoneo quantitativo di acqua potabile da utilizzarsi per le necessità del proprio animale.
l) E’ fatto obbligo ai proprietari dei cani di rimuovere dall’arenile occupato tuttele attrezzature per il soggiorno, ponendo particolare attenzione a collocare negli appositi contenitori i rifiuti prodotti durante la permanenza in spiaggia;
m) I proprietari sono personalmente responsabili del comportamento del proprio cane e degli eventuali danni causati a persone o cose. I cani non devono essere mai lasciati incustoditi e liberi di vagare
n) L’area destinata alla balneazione degli animali è compresa nello specchio d’acqua antistante la zona di arenile recintata ed adibita a tale scopo;
o) Prima e dopo il bagno in mare, nel periodo di permanenza sulla spiaggia e fino a che non sia completamente asciugato, il cane dovrà essere tenuto necessariamente al guinzaglio
p) Durante la permanenza in acqua dei cani deve essere assicurata la presenza del proprietario per la relativa sorveglianza; non è consentito l’accesso in mare a più di 10 cani per volta.
q) Il mancato rispetto di una delle condizioni richiamate nel presente disciplinare determina altresì l’allontanamento dei trasgressori dall’arenile ad opera di agenti di qualsiasi Corpo avente titolo o degli operatori responsabili della gestione della spiaggia;

 

torna all'inizio del contenuto