586348317

10 milioni di euro a sostegno dell’esercizio teatrale, ovvero degli organismi che esercitano in modo esclusivo attività di programmazione nell’ambito dello spettacolo dal vivo e che non siano partecipati da soggetti pubblici e/o gestiti direttamente da enti locali o territoriali.      

Tali risorse provengono dai fondi istituiti con il decreto “Cura Italia”, varato dal Governo lo scorso 17 marzo, che destinano 130 milioni di euro alle emergenze dello spettacolo e del cinema.   

Lo stanziamento ha la finalità di mitigare gli effetti negativi dovuti alle mancate entrate da biglietteria a causa della chiusura delle sale, che hanno interessato i soggetti operanti nel settore dell’esercizio privato di sale dello spettacolo dal vivo.

Le domande potranno essere presentate utilizzando unicamente i modelli predisposti e resi disponibili sulla piattaforma on-line dalla Direzione Generale Spettacolo.

Possono presentare domanda solo in possesso dei seguenti requisiti, oltre quelli di legge specificati nella modulistica:

  1. a) avere sede legale in Italia;
  2. b) essere in regola con il versamento dei contributi previdenziali; c) avere almeno una sala di proprietà o in gestione con agibilità per lo spettacolo dal vivo con una capienza di almeno 300 posti;
  3. d) aver versato, nel 2019, contributi previdenziali non inferiori a mille giornate lavorative per ciascuna sala con capienza compresa tra 300 e 600 posti e non inferiori a milletrecento giornate lavorative per ciascuna sala con capienza superiore ai 600 posti;
  4. e) aver ospitato, nel 2019 rappresentazioni di spettacolo dal vivo (teatro, musica, danza o circo) attestate da distinte di incasso e da reversali SIAE intestate al soggetto richiedente per un numero minimo di sessanta per ciascuna sala con capienza compresa tra 300 e 600 posti e di ottanta per ciascuna sala con capienza superiore ai 600.

Ai fini dell’accesso al contributo, la domanda, firmata digitalmente dal legale rappresentante dell’organismo proponente, pena l’esclusione, deve essere presentata entro le ore 16 del 7 agosto 2020, utilizzando unicamente i modelli predisposti e resi disponibili nella rispettiva sezione della piattaforma on-line della Direzione Generale Spettacolo (Contributi FUS on line) accessibile dal sito internet del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (www.beniculturali.it) e dal sito internet della Direzione Generale Spettacolo (www.spettacolodalvivo.beniculturali.it). LE DOMANDE DOVRANNO PERVENIRE ENTRO E NON OLTRE LE ORE 16:00 DEL 7 AGOSTO 2020

Fonte e documentazione: https://www.beniculturali.it/comunicato/avviso-pubblico-fondo-emergenza-covid-19-esercizio-teatrale-2020-concessione-contributi-articolo-89-decreto-legge-17-marzo-2020-n-18-convertito-con-modificazioni-dalla-legge-24-aprile-2020-n-27-dm-10-luglio-2020-rep-313

torna all'inizio del contenuto